Contenzioso con l’impresa: come evitarlo

Affidarsi a un Professionista per evitare errori di realizzazione, il lievitare di costi e problematici contenziosi

Nonostante le precauzioni che si prendono e le enormi tolleranze che si cerca di applicare, gli interventi edili di ristrutturazione difficilmente finiscono senza un litigio ed un contenzioso tra la Committenza e l’Impresa.


I motivi più frequenti di discussione riguardano in alcuni casi l’esecuzione delle finiture, che vengono considerate sufficienti dall’Impresa ed invece male eseguite dalla Proprietà che dovendo poi vivere nell’appartamento tende a verificare ogni minimo dettaglio, in altri i costi finali che inevitabilmente subiscono delle modifiche, ma a volte lievitano ingiustificatamente.

Spesso dopo lunghe discussioni si riesce a trovare un accordo, seppur insoddisfacente per entrambe le parti, che di solito si concretizza in uno sconto sulla fattura finale. Qualche volta purtroppo si arriva al contenzioso legale. Strada quest’ultima che dovrebbe essere evitata per svariati motivi: i lunghi tempi della Giustizia, i costi di Avvocati ed eventuali CTU, la consapevolezza che spesso in questi casi sia la colpa che le spese procedurali ricadono sui comparenti al 50%, o quasi.
 Molti di questi problemi possono essere evitati affidandosi ad un Tecnico professionista di cui si ha fiducia.

L’organizzazione del lavoro ed il controllo, riduce infatti drasticamente la nascita degli imprevisti.
 Occorre consultare il Tecnico prima dell’inizio dei lavori ed anche prima della fase “preventivi”. Infatti approcciarsi ad un Impresa, il cui nominativo spesso ci è stato suggerito da amici o parenti o addirittura trovato su internet, senza nemmeno un’idea chiara di quello che si vuole ottenere dalla ristrutturazione, è quantomeno azzardato. Otterremmo preventivi vaghi, senza descrizioni delle lavorazioni da eseguire, senza quantità (solo con prezzi “a corpo”), e di certo senza indicazione dei materiali che verranno usati e che poi il Committente dovrà fornire in aggiunta al preventivo durante i lavori.

Confrontarsi con un Tecnico prima di questa fase, porta all’ottenimento di un Progetto di massima che verrà modificato fino ad ottenere l’approvazione definitiva del Committente e che terrà già conto di quanto concesso dalle normative di settore. Verrà poi redatto un capitolato dei lavori (o computo metrico estimativo), nel quale verranno elencate le singole lavorazioni, le quantità e i materiali compresi od esclusi dal preventivo. Lo stesso Capitolato fornito a diverse Imprese ed Impiantisti, consentirà un confronto reale dei preventivi che permetterà di scegliere quelli più adatti alle nostre esigenze e col rapporto qualità/prezzo migliore.

Il Tecnico vi assisterà nella firma del contratto con l’Impresa verificando tempi di realizzazione, ritenute a garanzia dei lavori eseguiti, e quantificando costi orari per eventuali lavorazioni esterne al capitolato che si rendessero necessarie. 
Procederà quindi all’ottenimento delle Autorizzazioni presso gli Enti competenti (Comune, AUSL, Soprintendenza, ecc), redigerà un Piano di Coordinamento e Sicurezza dove necessario (vedi articolo: Mi basta un ciappinaro! …e la sicurezza??) e vi aiuterà nella scelta dei materiali (pavimenti, rivestimenti, sanitari, …) mettendo in rilievo le problematiche che potreste riscontrare nella posa di un materiale anziché di un altro, facendovi subito notare eventuali differenze di costi.

Seguirà i lavori per verificare che siano eseguiti a regola d’arte e consentendo all’Impresa fatture di acconto che seguano l’avanzamento dei lavori già eseguiti. A fine lavori presenterà adeguate integrazioni agli Enti, aggiornamento catastale e depositerà la pratica di Agibilità (o Scheda Tecnica) con allegate le Dichiarazioni di Conformità degli Impianti che devono essere rilasciate dagli impiantisti.

Difficile dopo tanti controlli avere un contenzioso con l’Impresa, e sarebbe comunque più semplice risalire al responsabile.

All’inizio dei lavori nessuno ha voglia di spendere per la parcella del Tecnico, ma non si pensa che sarebbe molto di più quello che verrebbe speso in azioni legali, o in accordi posticci con l’Impresa. Chiedete anche al Professionista un preventivo, così sceglierete il Tecnico che riterrete più adatto e non avrete sorprese!

Alcuni nostri progetti

I nostri prezzi

Tags: