Conviene ristrutturare?

Manuale d’uso tra sgravi fiscali e rivalutazione immobiliare per scegliere tra ristrutturare ed acquistare un nuovo

La domanda è frequente e lecita: conviene cercare un appartamento nuovo dove non avere più problemi con quelle fastidiose manutenzioni continue, o ristrutturare e portare a nuova vita gli ambienti che viviamo da sempre?

L’affermazione più comune è: ”Ho comprato un appartamento nuovo così non devo più preoccuparmi di nulla!”.

Beh, purtroppo non è proprio così, e non è sempre vero.

Entrare in un appartamento nuovo ci dà quella gradevole sensazione di pulito, luminoso, ampio, che la nostra casa non ci dà più. E’ bello! E’ nuovo!

Attenzione però: le nuove costruzioni hanno alcuni aspetti negativi che è meglio tenere in considerazione. Primo tra tutti lo spazio.

Già dagli anni ’90 la normativa prevede delle dimensioni minime per gli ambienti, quali 14 mq per la camera matrimoniale, 9 mq per la singola, 21 mq per il soggiorno con angolo cottura, che sono stati presi non come minimi, ma come massimi dalle imprese di costruzioni da quegli anni in avanti per ottenere il massimo di guadagno dalla costruzione. Non solo sono dimensioni ristrette per vivere, ma spesso le pareti occupate da porta, finestra, termosifone e nicchie o sguinci vari, rendono impossibile un adeguato arredamento (se non su misura a prezzi esorbitanti), ed il posizionamento di armadiature di dimensioni accettabili. Le case di epoche anche leggermente precedente possono contare su una volumetria ed una metratura decisamente  migliore, meglio distribuita e spesso meglio esposta.

La valutazione economica è immediata: un appartamento nuovo a Bologna costa dai 4.000,00 ai 5.000,00 €/mq, a seconda della zona e della qualità delle finiture. Una ristrutturazione completa di un appartamento esistente costa circa 1.700/1.800,00 €/mq compresi iva, parcella del Tecnico, e valori medi dei materiali di finitura. Può inoltre contare sullo sgravio fiscale: la Legge di Stabilità prevede fino al 31/12/2015 la possibilità di detrarre dalle tasse il 50 % per le ristrutturazioni ed il 65% per gli interventi di riqualificazione energetica. La differenza è marcata!

Se economicamente è certamente conveniente la ristrutturazione, resta il disagio di dover convivere con muratori ed impiantisti per periodi lunghi o di dover trovare una sistemazione alternativa per la durata dei lavori, scelta comunque valida se la casa che vogliamo ristrutturare è della dimensione giusta e nella posizione della città giusta per noi.

Se invece vogliamo proprio cambiare, la soluzione più valida è l’acquisto di una casa da ristrutturare! Deve piacerci la dimensione dell’appartamento, la sua posizione (il piano, la comodità del parcheggio e dell’accesso, la vista, i servizi a disposizione nei dintorni) ed è fatta: avete un foglio bianco da dipingere con le vostre idee!!

Creare e distribuire gli ambienti secondo le vostre esigenze ed abitudini è un gioco meraviglioso, la stanza spogliatoio perché è bellissimo entrare nell’armadio come nei film americani, il bagno in camera perché così non è in comune con quello che usano i bambini, la dispensa grande in cucina perché siamo stanchi di fare la spesa ogni 2 giorni, ecc…

Ed al vostro fianco un Tecnico competente che risolve le vostre richieste conformandole alle caratteristiche della casa, dell’esposizione geografica, alle esigenze impiantistiche di incolonnamento degli scarichi. Un consulente affidabile che concretizzerà le idee che avete, e anche quelle che non riuscite a visualizzare, consigliandovi i materiali più resistenti, più duraturi, gli accostamenti di colore più adatti e il posizionamento più comodo degli arredi.

Come si può non voler provare?

Alcuni nostri progetti

I nostri prezzi